fbpx
Categorie
Senza categoria

Consigli per un top cucina… al top!

Consigli per un top cucina… al top!

Una delle componenti più importanti della vostra cucina è il top, cioè il piano di lavoro principale su cui vi troverete a trascorrere la maggior parte del vostro tempo e di tutte le lavorazioni necessarie per cucinare.

Come tutti gli elementi di una nuova casa, quando si parla di ristrutturare, deve unire in sé funzionalità e stile: non sarà solo utile ma anche fondamentale per portare un valore estetico aggiunto a tutto l’ambiente.

Il top cucina è fondamentale non solo quando si ristruttura una cucina interamente ma anche semplicemente per rinnovarla e rinfrescare tutto l’ambiente: la sua influenza sarà molto profonda anche sul resto della vostra cucina. Per tutti questi motivi, la scelta del materiale in cui realizzarlo sarà molto delicata e dovrà tenere conto di molti fattori diversi.

Prezzo, manutenzione, design, funzionalità, durata: molte caratteristiche da bilanciare con attenzione, possibilmente con l’aiuto di un interior designer professionista.

Marmo.

Il marmo è un materiale lussuoso, elegante e senza tempo. Dal punto di vista estetico è anche molto versatile, in quanto è possibile acquistarne di diverse tonalità, dai colori più chiari a quelli più intensi e scuri.

È però anche molto delicato: la sua porosità lo rende piuttosto sensibile a certi liquidi come olio, vino e caffè e alle sostanze chimiche. Inoltre richiede una manutenzione accurata con prodotti specifici. È altresì resistente agli urti ma non al calore, che potrebbe causare delle crepe.

Sicuramente è un materiale in grado di garantire alla vostra cucina una raffinatezza unica, luminosa, naturale: particolarmente adatto se lo stile da voi prescelto è quello classico.

Granito.

Per coniugare estetica e funzionalità, il granito può essere un’ottima scelta: resistente al calore e alle abrasioni, disponibile in vari colori e fantasie naturali, è flessibile, potendosi adattare sia agli stili più moderni che i più retrò.

Perfetto per fronteggiare pentole ed altri utensili, presenta comunque una certa porosità e quindi una minor resistenza alle macchie e al contatto con i liquidi.

Legno.

Il legno massello rappresenta un’opzione molto valida per il top cucina: è in grado di conferire calore, armonia, e personalità all’intera cucina. È una soluzione economica e di grande valore estetico: venature e nodi rendono ogni top unico ed originale.

La vasta gamma di varietà (quercia, ciliegio, acero) consente di creare un design unico e particolare per ogni cucina, coniugando eleganza a resistenza all’usura e al tempo.

Il legno si rivela quindi una scelta economica e sostenibile, specie se curato nel modo adeguato, e seppur sensibile ad umidità e sollecitazioni meccaniche, è molto versatile: perfetto con lo stile rustico o shabby chic.

Quarzo.

Il quarzo è un’opzione perfetta per molti stili diversi: classico, minima, country, contemporaneo. Insomma, un jolly di grande impmattico estetico e molto performante. È infatti molto resistente a macchie e graffi, anche se sensibile al calore; è inoltre impermeabile.

Laminato.

Il laminato è una soluzione particolarmente economica e versatile: ha il duplice vantaggio di salvare il vostro budget e risolvere non pochi problemi di design. Può essere inserito facilmente in cucine moderne a isola ed è molto facile da manutenere: leggero, facile da pulire, richiede solo un po’ di attenzione in più per quanto riguarda eventuali graffi e shock termici.

Acciaio inossidabile.

L’acciaio inossidabile è un’opzione irriducibile per il top cucina: moderno, versatile, igienico e molto semplice da gestire per quanto riguarda la manutenzione. Se da un lato il prezzo è più alto rispetto ad altri materiali, dall’altro si viene ricompensati dalla sua grande resistenza alle macchie ed all’usura nel tempo. È molto consigliato per quelle cucine che si trovano particolarmente esposte all’umidità ed in generale agli agenti atmosferici.

L’acciaio ha inoltre la capacità di invecchiare nel tempo: spesso i segni di usura contribuiscono a dargli fascino, un vissuto industriale che ben si sposa con una cucina molto attiva, dove è viva la passione per le creazioni culinarie e la condivisione. Perfetto per gli stili contemporaneo, industriale e minimalista.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

Pillole di stile per la tua living room.

Pillole di stile per la tua living room.

A prescindere dalla sua conformazione e metratura, il soggiorno, salotto o salone che dir si voglia ha un ruolo fondamentale nella vita di ogni persona.

Qui si accolgono gli ospiti e le persone care, qui ci si dedica al relax e si ha davvero l’impressione di poter contemplare il lato più piacevole ed estetico della propria casa.

Il termine inglese “living room”, non a caso, pone l’accento proprio su quanto sia lo spazio dedicato in generale al vivere, senza che abbia per forza particolari funzionalità dettate da esigenze di lavoro o fisiologiche.

A metà fra un biglietto da visita per gli ospiti ed un rifugio piacevole e sicuro in cui ritirarsi dalla fatica e dalla frenesia del quotidiano, anche il salone deve comunque rispondere a certe caratteristiche, improntate in questo caso soprattutto al comfort ed allo stile.

Le scelte di arredo per questa zona della casa sono più delicate di quanto si pensi: laddove ci sono infinite possibilità e una vasta gamma di prodotti di grande qualità, solo l’occhio competente ed esperto di un interior designer professionista potrà aiutarvi nel fare la scelta migliore.

Minimal e chic.

Scegliere arredi minimalisti, caratterizzati da un taglio geometrico ed essenziale, significa fare una scelta di tendenza, semplice e chic allo stesso tempo.

La pulizia di questo stile renderà il vostro soggiorno una zona ariosa, dallo stile contemporaneo e dinamico, arricchita da elementi di arredo con una personalità particolare, come divani dalle forme originali, lampade di design in materiali innovativi e dalla linea spiccata.

Giocare poi sui tocchi di colore e sui contrasti aiuterà a riscaldare questo stile, scongiurando il pericolo di farlo diventare troppo asettico ed impersonale, magari optando soprattutto per il calore tradizionale del legno come rivestimento di pavimenti ed altri arredi.

Per gli amanti della tradizione.

Il fascino di un salotto più tradizionale è indiscutibile: un ambiente caldo, genuino, che faccia sentire accolti senza troppi virtuosismi stilistici.

È sempre bene, però, saper reinterpretare la tradizione, in modo da renderla contemporanea e non appesantire. Non c’è niente di peggio di un soggiorno kitsch e pacchiano, più simile ad un negozio di antiquariato che ad uno spazio in cui si vive.

Da evitare quindi la raccolta forsennata di ninnoli, soprammobili, suppellettili, ma anche mobilio troppo pensate e datato.

Meglio puntare su pochi elementi scelti, di valore o anche antichi, ma con i quali sia evidente un legame affettivo, da mettere in risalto con cura in un ambiente che è a tratti più leggero e spazioso. Meglio puntare, di base, su colori chiari e neutri, come il bianco, il panna o il beige.

Divani importanti, poltrone comode e di personalità, grandi cuscini, tendaggi, quadri, vasi, oggetti particolari: spiccheranno tutti in modo molto più sobrio ed elegante in una cornice “pulita”.

Trucchi per una metratura ridotta.

Se lo spazio non è dei più estesi, niente paura: anche in questo caso un interior designer professionista saprà guidarvi con sapienza negli accorgimenti più importanti da prendere.

La parola d’ordine sarà sempre “sobrietà”: meglio lasciare il più possibile spazio tra i mobili, evitare di riempire ogni centimetro a disposizione con oggetti che non sono necessari, optare per l’utilizzo del vetro per tavoli, credenze, tavolini, ripiani, privilegiare colori chiari e neutri, dimensioni degli arredi proporzionate alla metratura, specchi e punti luce.

Anche la scelta dell’illuminazione sarà molto importante e strategica: meglio un’illuminazione fredda e diffusa, con fonti di luce particolareggiate per esaltare alcuni arredi e zone.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

LED per il soggiorno: una scelta vantaggiosa.

LED per il soggiorno: una scelta vantaggiosa.

Illuminare un ambiente nel modo più appropriato e strategico è un aspetto davvero molto importante quando si parla di ristrutturare casa.

Ogni spazio della casa ha le sue esigenze e particolarità, non solo funzionali ma anche stilistiche.

Il soggiorno, nello specifico, è una zona multifunzionale: può essere un ambiente di relax e condivisione, come una zona dedita anche a certe attività di lavoro, alla lettura, allo svago, persino a certe attività di cura della persona e del benessere psicofisico.

La sua illuminazione deve strategicamente tenere conto di tutte le sue potenzialità, così come dello stile di arredamento e delle esigenze di ottimizzazione energetica.

Scegliere un’illuminazione a LED può essere molto intelligente e vantaggioso dal punto di vista pratico ed economico. Le luci a LED sono note per il loro basso consumo energetico, la loro lunga durata e la grande varietà estetica, di tonalità ed intensità luminosa.

Ad ogni momento la sua giusta atmosfera.

Ogni funzione del vostro soggiorno richiede idealmente un’atmosfera diversa. Le luci a LED consentono proprio questo: anziché trovare una soluzione di compromesso valida per ogni occasione, potrete creare un’atmosfera personalizzata, variando l’intensità della vostra illuminazione e, perché no, anche la sua tonalità.

Una soluzione molto efficace è quella dell’illuminazione a strati, che coinvolgendo diverse fonti luminose crea un effetto vario ed equilibrato.

Oltre all’illuminazione generale, garantita anche dal contributo della luce naturale che però varia nella giornata e nelle stagioni, si può puntare all’illuminazione di punti specifici con lampade da tavolo o da terra, luci ad incasso e faretti.

I vari tipi di luci a LED.

Esistono varie tipologie di luci a LED, in grado di creare soluzioni differenti. Le strisce a LED, perfette per illuminare mobili, scaffali, librerie, in grado di creare effetti di illuminazione accattivanti e versatili; i faretti a LED, a binario o incassati, per mettere in risalto singoli elementi di pregio come opere d’arte, foto, elementi architettonici da valorizzare; lampade da tavolo e da pavimento, per garantire una luce morbida e discreta negli angoli più intimi del soggiorno; lampade a sospensione ideali per un’illuminazione più diffusa, disponibili in tantissime varianti di design e in grado di dare quel tocco di personalità in più allo stile di arredamento.

Un elemento di stile.

Per scegliere i giusti elementi di illuminazione, è necessario avere bene a fuoco lo stile di arredamento della propria casa e del proprio soggiorno.

Se si tratta di un ambiente più moderno e minimalista, occorreranno luci a LED dal design semplice ed essenziale. Tonalità di luce bianca neutra aiuteranno a creare un effetto pulito, chiaro ed uniforme, perfetto sia per giochi di illuminazione accattivanti lungo mobili e mensole, sia per fonti di luce direzionata o diffusa.

Se lo stile generale è invece più rustico, le lampade in legno o altri materiali naturali saranno perfette per garantire un’atmosfera calda, rilassata ed intima, magari con tonalità ambrate ed un’intensità regolabile su livelli più soffusi.

Al rigore di uno stile scandinavo, si potranno abbinare luci a LED chiare e luminose, adatte a creare effetti ariosi e mozzafiato che renderanno il tuo soggiorno un ambiente raffinato, elegante ma non severo.

Magari una serie di luci decorative è quello che farà al caso vostro, perfetta per arricchire una parete vuota o attrezzata di elementi funzionali. L’effetto così ottenuto sarà assolutamente scenografico e suggestivo!

Non da ultimo, le luci a LED consentono di ottenere massima libertà in termini di colori: un’illuminazione diversa a seconda dell’atmosfera desiderata, dell’umore, del periodo dell’anno e del momento della giornata.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

Semplicità e rigore: lo stile minimal.

Semplicità e rigore: lo stile minimal.

Lo stile minimal nasce negli anni Sessanta come tendenza che coniuga architettura, arte, musica e letteratura, legandosi ad uno stile di vita semplice, rigoroso e spirituale, ritirato dalla mondanità.

Si tratta di un genere d’arredo molto gettonato, spesso scelto dagli home stager per rendere più appetibili dimore in vendita o in affitto.

A livello pratico si caratterizza soprattutto per la riduzione ad elementari strutture geometriche: una casa in questo stile regale atmosfere riposanti, dall’aura spirituale, tutt’altro che asettiche.

È uno stile che può legarsi bene ad influenze e contaminazioni di altri stili: scandinavo, mediterraneo, country, industriale, vintage e persino shabby chic.

Perfetto per ambienti ampi o raccolti, arredare casa in stile minimal ti consente di utilizzare pochi mobili scelti con cura e posizionati correttamente all’interno di ogni stanza.

Si tratta di un genere d’arredo essenziale ai massimi livelli, composto, serioso e, appunto, minimale.

I suoi topic sono:

  • colori monocromatici pieni, neutri o sui toni del grigio;
  • finiture moderne sia lucide che opache;
  • materiali contemporanei, oppure legno verniciato o ricoperto con pellicole viniliche monocolore;
  • arredi e accessori dalle forme minimali, semplici, geometriche e soprattutto squadrate.

Di sovente gli interior designer più eccentrici si azzardano a realizzare interni tono su tono, in stile minimale, giocati su un solo colore o al massimo due.

Ovviamente l’effetto è a dir poco “wow”, ma serve necessariamente la mano di un professionista, come l’architetto di fiducia, per poter dare vita a spazi così.

Il rischio maggiore è quello di cadere nell’asettico, di realizzare ambienti poco accoglienti che non trasmettano accoglienza o alcun calore, un requisito invece imprescindibile di ogni dimora, al di là dello stile di arredamento scelto.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

Essenzialità e comfort: lo stile scandinavo.

Essenzialità e comfort: lo stile scandinavo.

Lo stile scandinavo ha riscontrato un grande successo grazie al suo approccio confortevole ed essenziale. Detto anche nordico, è oggi tra i generi di arredo più diffusi ed amati, utilizzato non solo nelle dimore più differenti ma anche in b&b ed hotel.

Tessuti morbidi e caldi, legno e tanto bianco: nato nel Nord Europa con un fine prima di tutto funzionale più che estetico, è in grado di rendere confortevoli, calorose ed accoglienti anche le case dei climi più rigidi.

Nelle nostre case cittadine, inoltre, è molto spesso scelto per arredare la camera dei più piccoli, anche seguendo i dettami montessoriani oggi molto in auge.

Flessibile, si adatta alle case di qualunque paesaggio: montagna, mare, città, creando un’atmosfera di assoluto comfort che rispecchia pienamente il gusto per la vita e le piccole cose tipico dei paesi nordici.

Quali elementi caratterizzano lo stile scandinavo?

L’arredamento in stile scandinavo prevede l’uso di:

  • arredi semplici soprattutto in legno o color bianco;
  • arredi e complementi essenziali, salva-spazio e pratici;
  • tinte neutre, chiare, anche pastello;
  • accessori iconici a piacere purché rispettino i topic dello stile;
  • decorazioni, trame, pattern anche per i tessuti che siano prettamente geometrici, proprio come vuole il genere scandy.

Nello stile scandinavo vige l’essenzialità: tutto deve avere un’utilità, non ci devono essere orpelli inutili, caos, eccessi.

L’atmosfera sarà comunque accogliente, grazie anche all’uso del legno, di filati naturali e di forme sobrie e raffinate.

Tutto deve permetterti di godere un mood rasserenante, tranquillo, accogliente ai massimi livelli.

Nello stile scandinavo si usano di sovente anche complementi d’arredo iconici, prime fra tutte le famosissime sedie e tavolo della serie Tulip di Eero Saarinen, oggi riproposte da brand anche low-cost. Perfettamente in stile, infine, è la sedia egg ideata dalla mano del designer Arne Jacobsen.

Qualche accorgimento.

Per realizzare una casa in stile nordico è bene seguire alcuni accorgimenti specifici, che impediscano di commettere errori. Il rischio è quello di passare da un ambiente minimalista ed accogliente ad un kitsch di pessimo gusto.

Innanzitutto i mobili vanno scelti non per la loro estetica, ma per la loro funzionalità. Linee semplici, essenziali, vanno a disegnare un ambiente pulito, scevro da inutili fronzoli, dove armonia dello spazio si coniuga perfettamente con la sua vivibilità.

Le stanze saranno minimal, ordinate, libere da inutili ingombri, meglio se ampie e luminose.

Uno stile minimal ma non freddo.

Semplicità, ordine e funzionalità non sono affatto nemici del calore e dell’accoglienza. Lo stile Hygge tipicamente nordico incarna proprio questo: l’accoglienza della funzionalità, il comfort di ambienti puliti e semplici, pronti ad accogliere le persone in un’atmosfera luminosa e riposante.

I colori.

Lo stile scandinavo predilige naturalmente colori chiari, soprattutto il bianco.

Questo ha origine nella necessità dei paesi nordici di creare ambienti il più possibile luminosi, visto la mancanza di luce naturale per il periodo invernale.

Occorre scegliere quindi il bianco, toni neutri o naturali ed i colori pastello. Eccezionalmente anche il nero può essere utilizzato, magari per creare contrasti di colore con il resto dell’arredamento.

Decorazioni, tessuti e materiali.

 

Lo stile scandinavo predilige il legame con la natura e la sostenibilità: questo sicuramente ha un grande impatto nella scelta dei materiali e nel pensare spazi che siano il più possibile ecosostenibili.

Via libera a legni quali larice, frassino bianco, betulla, quercia, ma anche pelle, pietra e tessuti naturali come lana, pelliccia, lino.

Anche le decorazioni, seppur sobrie ed essenziali, rivestono un ruolo di primo piano in questo stile: candele, piante, stampe, lampade, pattern geometrici come triangoli e pois, ma anche floreali ed animalier da ritrovare sulle pareti, sui tessuti e l’oggettistica.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

Arredamento in stile contemporaneo.

Arredamento in stile contemporaneo.

Lo stile contemporaneo è sicuramente quello oggi più utilizzato, l’errore più comune però è quello di esagerare e di creare ambienti asettici.

Ma andiamo per ordine.

I topic di questo genere d’arredo sono:

  • mobili dalle forme minimali, semplici, squadrate o più sinuose ma prive di fronzoli;
  • mobili ed accessori essenziali anche nel numero;
  • disposizione del mobilio lungo il perimetro della stanza, lasciando ampio spazio al centro;
  • colori neutri, pieni, palette del bianco, del grigio, delle terre;
  • illuminazione d’effetto capace di enfatizzare angoli, linee dei mobili, dettagli strutturali dell’indoor;
  • accessori ed arredi di design, modernissimi.

L’arredamento in stile contemporaneo segue senza dubbio le tendenze del momento e non mancano elementi tecnologici che possono migliorare la vita negli interni delle case moderne.

Anche i tessuti, i materiali e le finiture sono attuali, ricercati, facili da pulire e da mantenere nel tempo.

L’atmosfera generale che si respira in questi spazi è infatti di grande armonia, pulizia, essenzialità e pure le decorazioni sono ridotte al minimo: pochi quadri ma ben composti e con cornici uguali tra loro.

Poche suppellettili e ben scelte, semplici, dal mood minimale e dai colori vivaci per dare dinamismo alla stanza, oppure neutre per riempire in modo discreto.

Ovviamente, per realizzare una dimora in stile contemporaneo, è necessario l’intervento di un architetto che sappia orientarti sulle nuove tendenze, farti conoscere finiture moderne e pratiche, proporre soluzioni attuali ideali alle tue specifiche esigenze stilistiche e di comfort.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

L’efficacia del contrasto: lo stile classico moderno.

L’efficacia del contrasto: lo stile classico moderno.

Tra gli stili di arredamento più ricercati ed eleganti possiamo sicuramente annoverare lo stile classico moderno.

Si tratta di un genere che ha preso piede negli ultimi anni e che prevede la realizzazione di ambienti accoglienti, calorosi, fruibili e giocati soprattutto con l’uso di mobili raffinati e scenografici.

La sua cifra distintiva è quella di combinare due mondi apparentemente opposti tra loro: quello della classicità e quello della modernità, attraverso un sapiente gioco di abbinamenti.

Spesso infatti, proprio come nell’abbigliamento, in cucina o in una buona storia, sono proprio gli elementi di contrasto a creare qualità e fascino.

Due stili a confronto.

Se nello stile classico troviamo una predilezione per materiali come legno, marmo, vetro, ceramica, cristallo, meglio se riccamente lavorati ed intarsiati, nello stile moderno predominano invece materiali come metalli, legno laccato e marmo.

Lo stile classico punta molto sui richiami al classicismo, con elementi di arredo come mosaici, colonne, cornici, specchi e lampadari di una certa importanza e dal grande impatto visivo; lo stile moderno, al contrario, predilige spazi funzionali, minimali, che fanno della semplicità e versatilità il loro punto di forza.

Gli elementi dello stile classico moderno.

Lo stile classico moderno è caratterizzato da:

  • mobili decisamente moderni inseriti in un’architettura classica che ricorda le case degli anni 30, con pavimenti in legno posati a spina di pesce e boiserie alle pareti;
  • prevalenza di colori caldi ed essenze di legno contemporanee;
  • tendaggi con tessuti morbidi e naturali e complementi e accessori come sedie, credenze, buffet, mobilio in genere tutto abbinato per mood e colorazione;
  • accessori come lampade, candelabri rifiniti in bronzo ed oro e sfere di vetro trasparente o opalino;
  • pouf, quadri, tessuti d’arredo dal sapore contemporaneo e monocromatico;
Gli ambienti più indicati per questo stile.

Sala da pranzo, cucina e salotto sono sicuramente gli ambienti ideali per mescolare elementi classici e moderni. Tuttavia non sono da escludere né il bagno o la camera da letto.

Nel bagno è possibile optare per una vasca in stile classico, da abbinare ad una specchiera riccamente lavorata e a mobili invece più essenziali e moderni.

Ma anche il contrario è un’ottima soluzione: un moderno piatto doccia esaltato da classici mobili in legno e specchi invece più contemporanei.

Assoluta libertà con decorazioni più sfarzose e mosaici.

Nella camera da letto, invece, si può giocare con il contrasto tra mobili e letto. Una boiserie classica può fare da contraltare ad armadio e comodini moderni, il tutto illuminato da un lampadario originale e moderno.

Un contemporaneo separé può rendere efficacissimo un ambiente all’insegna di abat-jour classiche, testiere trapuntate e tessuti pregiati.

Quali case sono più adatte?

Lo stile classico moderno, chiamato anche classico contemporaneo, sta bene davvero ovunque, anche se noi di Ristrutturare Casa Italia consigliamo di utilizzarlo in edifici anni ’30, dove il contesto e la base di partenza è già classica e tu dovrai semplicemente inserire il moderno con le giuste accortezze.

Perfetto per appartamenti cittadini ubicati in antichi palazzi, risulta uno stile di arredamento sempre accogliente, bello da vedere e di grande impatto; sempre più spesso risulta lo stile protagonista sulle principali riviste d’arredamento italiane.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

Categorie
Senza categoria

Arredare con stile: qualche consiglio.

pexels-vincent-rivaud-2227832

Arredare con stile: qualche consiglio.

Che cosa significa arredare con stile? Vi sarà sicuramente capitato di vedere case, dal vivo oppure in film e serie tv, dotate di un fascino particolare. Aldilà di quanto fossero grandi, della loro conformazione o posizione geografica, avevano un’aura speciale e magnetica. Insomma, avevano stile.

Ma cosa significa in concreto arredare con stile? Scegliere rivestimenti e pezzi di arredamento belli sui cataloghi non basta. È il modo in cui questi elementi vengono tra loro combinati, il modo in cui interagiscono con l’ambiente circostante ma non solo: è la presenza di una precisa visione di fondo.

È così che elementi anche inaspettati vengono accostati tra loro in modo originale, creando effetti sorprendenti.

Tutto questo non è magia, ma frutto di competenza ed esperienza: precisamente il lavoro di un interior designer.

È pur vero che questa figura, da sola, può creare moltissime alternative di arredamento per uno stesso spazio: come scegliere allora quella più adatta alle proprie esigenze? Bisogna formarsi un gusto personale in materia, capendo cosa piace e cosa non piace.

Come scegliere lo stile giusto per ristrutturare casa?

In generale è sempre bene mantenere lo stile originario dell’immobile, almeno esternamente, specie se è di pregio e di interesse storico-artistico.

Internamente, per quanto consentito, potrai avere più libertà e, grazie anche all’abilità del tuo architetto, potrai creare ambienti su misura, che possano assolvere alle tue più varie esigenze stilistiche e pratiche.

Potresti visionare riviste di settore, dare un’occhiata al sito del tuo architetto cercando ispirazione da suoi vecchi lavori di restauro abitativo, lasciarti ispirare dagli showroom, dalle fiere e dai negozi di arredamento.

n questo modo potrai portare al tuo progettista qualche idea, magari delle immagini che ti piacciono, e lui troverà per te lo stile giusto, i materiali, i tessuti, i colori che meglio potranno diventare protagonisti della tua casa da ristrutturare.

Come realizzare il progetto della casa da ristrutturare?

Una volta che l’immobile sarà a tutti gli effetti di tua proprietà, dovrai far eseguire dal professionista di fiducia un rilievo metrico accurato, step imprescindibile prima di cimentarsi con il progetto vero e proprio.

L’architetto si occuperà di progettare casa proponendoti la soluzione migliore, ma ovviamente se qualcosa non soddisfa il tuo gusto potrai dirlo senza timore.

È infatti fondamentale che tu sia convinto di ogni dettaglio prima di interpellare l’impresa e dare il via ai lavori di restauro.

In poche parole, cerca di non saltare le varie fasi progettuali perché potresti commettere degli errori di valutazione che ti costeranno dei bei soldini, specie se una volta realizzati cambierai idea e vorrai rifare tutto o quasi.

Detto ciò, il progetto è importante per tre motivi fondamentali:

  • comprendere visivamente l’effetto prima e dopo;
  • sottoporlo alle diverse imprese prima dei lavori e valutarne così i relativi costi;
  • dare avvio alla parte burocratica.

In genere il tuo progetto di ristrutturazione verrà realizzato da un tecnico, un geometra, un ingegnere o un architetto, che ti proporrà diverse soluzioni al fine di restaurare o modificare lo spazio indoor ed outdoor della tua dimora trasformandola nella casa ideale, quella davvero adatta alle tue esigenze ed aspettative.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

× Possiamo aiutarti?