fbpx
Categorie
Senza categoria

Bonus infissi 2024: quello che c’è da sapere.

Bonus infissi 2024: quello che c’è da sapere.

Anche per il 2024 viene confermato il bonus infissi, una detrazione fiscale prevista per la sostituzione di serramenti e finestre.

È un’ottima risorsa per chiunque desideri rinnovare la propria abitazione, sia dal punto di vista estetico che dell’efficienza energetica.

Grazie a degli infissi nuovi e migliori è possibile infatti ottimizzare l’isolamento acustico e termico, nonché contenere notevolmente i consumi energetici.

La proroga del governo durerà fino a dicembre 2024, anche se con alcune restrizioni: l’aliquota è stata ridotta dal 75% al 50% e non si potrà richiedere il bonus barriere architettoniche per questo scopo, ma solo per interventi riguardanti servoscala, rampe, scale, piattaforme elevatrici ed ascensori.

Una detrazione ancora del 75% è consentita solo nei casi in cui si siano già iniziati i lavori oppure sussista un accordo con il fornitore degli infissi, sulla base di un acconto versato entro la fine del 2023.

Quest’anno quindi le agevolazioni per la sostituzione degli infissi dipendono da tre bonus: bonus sicurezza, bonus casa ed Ecobonus.

Bonus sicurezza.

Può essere riconosciuto a coloro che sostituiscono inferriate, persiane, porte blindate, porte e tapparelle di sicurezza.

Chi ha diritto riceve una detrazione del 50% su una spesa massimo di 96.000 euro, detraibile in 10 anni.

Ecobonus infissi.

Questa agevolazione è prevista invece per incentivare l’efficientamento energetico degli edifici. Si tratta di una detrazione ad aliquota variabile, fino al 50% in dieci anni e fino ad una spesa massima di 120.000 euro per immobile. I requisiti da rispettare sono: sostituzione di infissi già esistenti, che delimitino un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati; e l’edificio deve rientrare in specifici valori di trasmittanza termica.

Bonus casa.

Il bonus casa è riservato alle persone fisiche che realizzano interventi edilizi su un immobile. Dà diritto ad una detrazione del 50% sulle spese sostenute entro il 31 dicembre 2024 per la riqualificazione dell’immobile. Il tetto di spesa è posto a 96000 euro per immobile, per opere edilizie di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione.

Come si richiede?

Occorre presentare la necessaria documentazione all’Agenzia delle Entrate, insieme alla fattura o ricevuta fiscale inerente la sostituzione degli infissi. È molto importante conservare questa documentazione in caso di accertamenti futuri.

A chi è destinato?

Ne possono beneficiare le persone fisiche che possiedono o detengono immobili in Italia, i quali sono accatastati o in procinto di esserlo.

I nuovi infissi devono garantire un’efficienza energetica superiore rispetto ai precedenti, contribuendo ad un’ottimizzazione dell’isolamento acustico e termico. Non devono essere una nuova installazione ma solo una sostituzione.

È inoltre necessario verificare che la loro trasmittanza termica sia pari o superiore a 1.75, specie per la zona climatica C.

Contatti

Sede legale: Savona via Gramsci 6/4

Telefono: 800909275

Email: info@ristrutturare-casa-italia.com

© 2023 Tutti i diritti riservati Ristrutturare Casa Italia P. iva 01797970090         Policy Privacy    Cookie Policy

× Possiamo aiutarti?